Giornata Mondiale del Libro e dei Diritti d’Autore

Oggi si festeggia la Giornata Mondiale del Libro e dei Diritti D’autore, voluta dall’UNESCO per incentivare la lettura e la pubblicazione dei libri e per sensibilizzare in merito alla protezione della proprietà intellettuale.
Come capitale del libro, quest’anno si è scelta Incheon, nella Corea del sud.

Ecco alcune curiosità sulla Giornata Mondiale del Libro:

La Giornata Mondiale del Libro si festeggia il 23 di Aprile perché è il giorno in cui sono morti nel 1616 tre importanti scrittori: Miguel de Cervantes (1547-1616), William Shakespeare (1564-1616) e Garcilaso de la Vega (1539-1616).
Anche se qui l’UNESCO ha un po’ barato, visto che Shakespeare è morto il 23 aprile secondo il calendario Giuliano, mentre Cervantes e de La Vega sono morti il 23 di aprile secondo il calendario Gregoriano.

Per festeggiare la Giornata Mondiale del Libro, quest’anno Il portale della Treccani ha deciso di oscurare il sito, scrivendo nella propria homepage: “Siamo spiacenti, oggi 23 aprile 2015, il portale Treccani è spento. Leggi un libro”.

La Giornata Mondiale del Libro è un’usanza di orgine Catalana. A farsi promotore della giornata del libro, fu infatti Vincent Clavel Andrés (1888-1967), scrittore ed editore di Barcellona.
Nel 1926, il re Alfonso XIII promulgò un decreto reale che istituiva in tutta la Spagna la Giornata del libro spagnolo, inizialmente il 7 ottobre, poi spostata al 23 aprile nel 1931.
Il 23 aprile è anche la festa di san Giorgio, patrono di Barcellona e della Catalogna, ed è tradizione, sin dal medioevo, che in questo giorno ogni uomo regali una rosa alla sua donna. Basandosi su questa tradizione, i librai della Catalogna  regalano una rosa per ogni libro venduto il 23 aprile.

Annunci