Campagna di sensibilizzazione a favore delle vaccinazioni pediatriche

Sostengo la campagna a favore delle vaccinazioni pediatriche.
Vaccinare il maggior numero possibile di persone è una protezione per chi non si può vaccinare (bambini molto piccoli, persone con malattie gravi, ecc).
Vaccinarsi è dunque un diritto per proteggere i propri figli, ma anche un dovere verso gli altri e la propria comunità.

‪#‎IoVaccino‬ NO ALLA ‪#‎disinformazione‬

#IoVaccino NO ALLA #disinformazioneiovaccino

TUTTI PRONTI? LANCIO QUESTO SELFIE DI SENSIBILIZZAZIONE A FAVORE DEI VACCINI – quindi carta e penna con scritto” ‪#‎IoVaccino‬ NO ALLA ‪#‎disinformazione‬ ” ! E pubblicate sulla vostra bacheca o nella vostra foto profilo!
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
Perchè? Perchè la vaccinazione è la strategia di prevenzione più economica, efficace e socialmente utile, è un’arma potente che ha consentito di debellare alcune malattie (il vaiolo è stato eradicato a livello globale nel 1980 e la polio è stata eliminata da varie Regioni del mondo, inclusa la Regione europea nel 2002): i vaccini rappresentano uno straordinario successo della medicina!


Se è vero che ciascuno è libero di scegliere di non vaccinare i propri figli, esistono tuttavia dei rischi per la collettività basti pensare a tutti quei soggetti, come i bambini non vaccinabili perché malati di tumore o immunodepressi, per i quali stare a contatto con soggetti non…

View original post 132 altre parole

Annunci

Pubblicato da

Melyanna

Gli amici mi conoscono come Melyanna o come K. Sono vegetariana, ossessivo-compulsiva sul lavoro, videogiocatrice accanita, e ho votato per Laura Roslin. Il mio tempo libero si divide tra videogiochi, corsa, yoga e giochi di ruolo. Amo il mio compagno, i miei gatti, Doctor Who, la musica metal, i libri (qualsiasi libro, purché non siano Twilight, 50 sfumature o altre stupidaggini scritte da autori non professionisti, che non meriterebbero di essere pubblicati). Mi ritrovo con gli amici tutti i venerdì sera per giocare di ruolo. Al momento stiamo giocando a D&D 5 e il mio personaggio è un bardo umano. Ogni tanto disegno, ma non sono proprio capacissima, è solo un passatempo.

Un pensiero riguardo “Campagna di sensibilizzazione a favore delle vaccinazioni pediatriche”

  1. Nel Maggio 1796, Jenner pratica la sua prima vaccinazione antivaiolosa; nel 1871 il Parlamento inglese vara la legge sull’obbligo della vaccinazione. Subito si crea un movimento contrario che nel 1880 raggruppa addirittura medici di tutta Europa nella “Lega internazionale degli antivaccinatori”. Si parla del “dogma della transustanziazione del vaiolo in vaccino” e di effetto “mistico”; si crede pure che il vaccino porti malattie conta, poiché costituito dalla “decomposizione dei tessuti” predisponga a malattie contagiose come la tisi, la difterite e financo la sifilide. Il dentista Boens dice che solo i denti degli europei soffrono di carie, e la causa è il vaccino che trasmette una “sifilide ereditaria”. Si coniano slogan come “chi sta bene non ha bisogno del medico”. Nel 1892 il Parlamento inglese è costretto a mettere ai voti l’abolizione della legge sulla vaccinazione: due terzi dei rappresentanti respingono la proposta, ma ormai il movimento antivaccinazioni ha preso forza: gran parte della popolazione si sottrae all’obbligo e chi finisce in carcere, una volta liberato viene applaudito dalla folla.
    La mortalità per vaiolo, che dal 1889 al 1891 si era assestata ad un centinaio di decessi in Inghilterra, si quintuplica nel 1892. Nel 1895 i morti sono oltre 400; la mortalità dei colpiti tra i bambini è del 40%. L’anno successivo, una massiccia campagna di vaccinazione ferma l’epidemia, ma non il movimento di antivaccinazione che riesce nel 1898 a far votare dalla Camera dei Comuni inglese una legge in favore della ‘obiezione di coscienza’; nel 1900 si verificano 3200 morti per vaiolo in tutto il Paese. In tutto questo successo del movimento antivaccinazioni, la parte curiosa era che le compagnie di assicurazione si rifiutavano di redigere polizze a chi non si era vaccinato.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.