Caro Diario – Family Day

Condivido (e sottoscrivo in toto) questo bellissimo fumetto di Stefano Tartarotti sul Family Day, sui medici obiettori e sulla bigotteria che dovrebbe sparire dal nostro paese.

Sorgente: Caro Diario – Family Day

#ObiettiamoLaSanzione. No all’aggravio delle multe a chi è costretta all’aborto clandestino.


Sorgente: #ObiettiamoLaSanzione. No all’aggravio delle multe a chi è costretta all’aborto clandestino.

Aderisco anch’io all’azione collettiva in cui si chiedono allo Stato risposte adeguate contro gli aborti clandestini e non aumenti di sanzioni economiche, e si rivendica la concreta applicazione della 194, nata per salvaguardare la salute delle donne ma ad oggi svuotata di reali tutele a causa dell’obiezione di coscienza.

Ecco il testo dell’appello:

Lo scorso 15 gennaio 2016 il Governo ha approvato un decreto che depenalizza per la donna il reato di aborto clandestino ma al contempo prevede un innalzamento delle sanzioni: non più “fino a 51 euro”, ma “fino a 10.000 euro”.
Questo provvedimento non evidenzia le cause a monte di un ritorno preoccupante agli aborti clandestini tra cui innanzitutto un abnorme numero di obiettori di coscienza, la cui media nazionale del 70%, raggiunge in alcune regioni anche quote superiori al 90%.
Invece di incrementare l’educazione ad una contraccezione diffusa e di assicurare un servizio di IVG certo ed efficiente si sceglie di colpire economicamente le donne.
L’elevato numero di obiettori si traduce in enormi difficoltà di accesso ad un iter sicuro e celere, con tante donne costrette ad andare in altre regioni per poter interrompere la gravidanza. Il problema è tanto acuito dal fenomeno dell’obiezione di struttura, a causa della quale interi reparti ospedalieri non praticano le IVG e non applicano la legge, che persino i giornali esteri ne scrivono. poste adeguate contro gli aborti clandestini e non aumenti di sanzioni economiche, e quindi rivendichiamo la concreta applicazione della 194, nata per salvaguardare la salute delle donne ma ad oggi svuotata di reali tutele a causa dell’obiezione di coscienza. (….) L’invito è quello a twittare #ObiettiamoLaSanzione No all’aggravio delle sanzioni per l’aborto clandestino @matteorenzi @bealorenzin con allegata la vignetta postata qui sopra.

235° anniversario della nascita di René Laennec

Monaural stethoscope, Laennec type.

Oggi google ricorda, con un bellissimo doodle, il 235° anniversario della nascita di René Laennec, medico francese che si battè per per il miglioramento della diagnosi attraverso l’auscultazione, le cui intuizioni furono importantissime per la medicina moderna.

Wired, in occasione dell’anniversario, ha pubblicato un articolo interessantissimo e molto esauriente sulla vita di questo medico e sulla storia dello stetoscopio, di Anna Lisa Bonfranceschi.

Riporto un link all’articolo qui sotto. Buona lettura! 🙂

La storia di René Laennec e l’invenzione dello stetoscopio

235 anni fa nasceva Réne Laennec uno dei primi a usare lo strano strumento medico per auscultare il torace. Consisteva solo di un foglio di carta

Sorgente: La storia di René Laennec e l’invenzione dello stetoscopio